Una storia entusiasmante.
Loading

La Storia

Gli inizi degli inizi. La storia del Covo dei Saraceni è la storia di una famiglia, di una splendida dimora ottocentesca sul mare più bello di Positano, di un padre e dei suoi figli.
Era la metà dell’ottocento quando Clemente Savino commerciante di coralli, durante uno dei suoi numerosi viaggi in America, decise di rendere la casa di Positano sul mare la sua unica dimora. Alla sua morte nel 1919 la abitarono la moglie molto giovane ed i suoi quattro figli maschi.

I fratelli Savino avevano nel sangue l’intraprendenza del padre e se nell’inverno erano abili pescatori, in estate con i loro cabinati organizzavano, per i turisti che già affollavano la costiera, escursioni verso le più belle spiagge nei dintorni, fino a Capri e Ischia.

Casa Savino, durante le celebrazioni dello sbarco dei saraceni che ancora oggi hanno luogo nella Festa della Madonna Nera, ospitava la vestizione dei figuranti, e fu per questo che quando nel 1955 i fratelli decisero di aprire un ristorante nel piano immediatamente sotto la casa, lo chiamarono Il Covo dei Saraceni.

La divisione della casa in camere seguì di un anno il ristorante, poi crebbe un’altra generazione, ed arrivarono i grandi ampliamenti con la trasformazione in Albergo, seguendo e favorendo la crescita turistica di Positano.

Ancora i Savino al timone del cambiamento, l’amore per l’accoglienza, la cura per i dettagli, ulteriori ampliamenti e ammodernamenti, la costruzione della più bella piscina sul mare di Positano e l’arrivo delle cinque stelle. La storia della famiglia testimonia le qualità del Covo dei Saraceni, della sua accoglienza, del raffinato gusto dei suoi ambienti, degli inconfondibili sapori della sua cucina.

La bellezza della struttura e la sua estrema riservatezza, l’hanno resa dimora estiva di personaggi famosi della cultura, dell’arte, dello spettacolo e della politica internazionale, oltre che set cinematografico per molti film tra i quali “Leoni al sole” e “Only you”.

Oggi il Covo dei Saraceni domina la spiaggia ed il mare più bello di Positano, adagiato in un abbraccio sulla ripida montagna fin giù a mare, nel suo cuore quella casa, quella famiglia, quella voglia entusiasta di ospitare il futuro.